Come Contrastare Zone Adipose

Uno dei grandi miti del fitness è che potete modellare le zone problematiche del vostro corpo lavorando direttamente su di esse. Quindi se avete fatto decine di addominali nella speranza di avere la pancia piatta, esercizi sui tricipiti per far sparire le vostre braccia flaccide o squat per ridimensionare l’interno coscia, allora sì, ci siete cascate anche voi. Certo, gli esercizi tonificanti vi aiutano a sviluppare i muscoli e di conseguenza favoriscono la perdita di grasso. Ma, purtroppo, non siete voi a scegliere dove eliminare il grasso. O forse sì? Un nuovo libro sul dimagrimento sostiene che capendo come funzionano gli ormoni potete aumentare il controllo sulle zone in cui il vostro corpo accumula grasso. “Target Your Fat Spots” di Max Tomlinson vi dà informazioni di base, consigli nutrizionali ed esercizi per far sparire le zone problematiche più comuni come maniglie dell’amore e braccia flaccide senza ricorrere a centinaia di inutili crunch.

Il principio di base di “Target Your Fat Spots” è che gli ormoni determinano il punto in cui si accumula il grasso in ogni persona. “Donne e uomini tendono ad accumulare grasso in punti diversi del corpo”, spiega Tomlinson. “Gli uomini sull’addome, le donne sui glutei e sui fianchi”. Ciò spiega perché di solito non si vedono uomini con i classici problemi femminili come fianchi formosi e cosce massicce, o le temute braccia flaccide. Max Tomlinson sostiene che la soluzione sia un approccio combinato di esercizi “intelligenti” e una corretta alimentazione.

L’esercizio può non essere l’unica soluzione per modellare i vostri punti critici. Ricordate che alcuni esercizi possono però ostacolare il raggiungimento degli obiettivi.
Se conducete una quotidianità stressante, probabilmente accumulate sulla pancia più grasso di quanto non vorreste. Lo stress, infatti, produce cortisolo, un ormone che aumenta i livelli di zucchero nel sangue. Questo fa sì che venga rilasciata insulina, che immagazzina il glucosio sotto forma di grasso proprio nella zona della pancia.

Vediamo cosa fare.

Trazioni con un braccio
Tecnica. Legate una banda elastica al muro all’altezza delle spalle e afferrate l’altro capo con la mano destra assicurandovi che il braccio sia steso. Rimanete con la gamba destra davanti e la gamba sinistra tesa dietro di voi. Stringendo la banda elastica, tirate e spostate il peso sul tallone sinistro, mentre piegate la gamba sinistra e tendete la gamba destra. Completate l’esercizio prima di cambiare lato.

Sollevamenti.
Tecnica. In piedi con le gambe leggermente divaricate, tenete un manubrio da 3-5 kg in ogni mano. Piegate fianchi e ginocchia, abbassando lentamente i manubri verso il pavimento. Tendete le gambe e spingete i fianchi leggermente in avanti mentre portate i manubri sulla testa fino a quando le braccia puntano al soffitto. Ripetete l’esercizio.

Squat
Tecnica. In piedi con le gambe parallele alle spalle, tenete un manubrio di 3-5 kg in ogni mano all’altezza delle spalle, con i palmi rivolti verso l’interno. Piegate fianchi e ginocchia come se foste sedute su una sedia, tenendo il petto alto e senza sporgervi troppo in avanti. Puntate sui talloni e tornate alla posizione iniziale. Ripetete l’esercizio

Sollevamenti al petto
Tecnica. Sdraiatevi su una panca e tenete un manubrio di 3-5 kg in ogni mano con i palmi uno di fronte all’altro. Stendete le braccia verso l’alto. Abbassate i manubri lentamente finché le braccia non saranno parallele al suolo. Fate una pausa di un secondo, poi spingete di nuovo i manubri verso il soffitto. Ripetete.