Come Esplorare le Isole Minori dell’Arcipelago delle Canarie

L’arcipelago delle isole Canarie è costituito da sette isole principali. Appartengono tutte a una regione autonoma, ma vi è un’accesa rivalità tra di esse e ognuna ha una propria identità. La Palma è l’isola più verde, in contrasto con l’aridità desertica di Fuerteventura, mentre la Gomera presenta una vegetazione subtropicale.

Esplora innanzitutto La Gomera: puoi raggiungerla con l’aliscafo da Santa Cruz de Tenerife in circa 40 minuti. Se sei un appassionato di trekking, puoi cimentarti in passeggiate attraverso gole profonde e strade in cattivo stato. Coltivazioni a terrazze, palme da dattero e piantagioni di banane circondano l’altopiano centrale, caratterizzato da un antico bosco di lauri.

Sei all’interno del Parque Nacional de Garajonay, con circa 400 specie autoctone di flora, estintesi in Africa ed Europa milioni di anni fa. I sentieri sono ben segnalati e puoi partecipare a escursioni guidate. Visita poi il capoluogo, San Sebastiàn de la Gomera. Recati, inoltre, a Playa de Santiago e nell’idilliaca Valle Gran Rey. Spostati poi sull’isola di El Hierro, un isolotto brullo nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico. Dirigiti verso il capoluogo, Valverde e visita la vicina Tamaduste.

Esplora, infine, l’isola di La Palma, l’isola più alta del mondo con la cima del Roque de los Muchachos (2426 metri). La Palma è pervasa da un’atmosfera distesa e dai toni tranquilli. Puoi ivi ammirare la spiaggia di sabbia nera di Puertos Naos, sulla costa occidentale. Non perderti il delizioso quartiere sul lungomare a Santa Cruz de Palma, dove trovi edifici rinascimentali e pittoresche case dai balconi traforati.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *